Google+ Followers

mercoledì 8 gennaio 2014

MINI-IMU

La Mini-Imu

Cari contribuenti iniziamo a prepararci psicologicamente, il 24 gennaio scade il termine per il pagamento della tanto discussa "MINI-IMU" ed anche chi pensava di aver scampato il pagamento dell'acconto IMU nell'anno 2013 ecco che si trova, con il nuovo anno, a doverne versare il saldo...
Sto parlando dei detentori di abitazione principale, unità immobiliari equiparate o assimilate a quet'ultima, detentori di terreni agricoli e di fabbricati rurali ad uso strumentale...se risidete in uno dei tanti comuni italiani che nel corso del 2013 avevano optato per l'aumento dell'aliquota base (originariamente 4 per mille) ecco che tocca proprio a voi recarvi in banca per il pagamento...

Ma vediamo a quanto ammonta e come si calcola la Mini-Imu...

Il termine originario era il 16 Gennaio, differito e modificato dal comma 680 dell'art. 1 della L. n. 147/2013 (famosa legge di Stabilità) e portato all'effettivo termine del 24 Gennaio 2014.
Il saldo IMU per i contrubienti di cui detto sopra, ammonta al 40% della differenza positiva tra:
  • l'ammontare dell'imposta risultante dell'applicazione dell'aliquota e della detrazione, deliberate e confermate dal Comune per l'anno 2013 
  • l'ammontare dell'imposta risultante dell'applicazione dell'aliquota e della detrazione base previste dalle norme statali per ciascuna tipologia di immobile
Pertanto, non dovranno versare nulla e beneficeranno quindi della totale abolizione della seconda rata IMU 2013 i possessori dei suddetti immobili siti in Comuni che hanno mantenuto, o variato a favore del contribuente, l'aliquota e la detrazione base prevista dalla legge.

Qualora, invece, i Comuni abbiano deliberato una maggiore aliquota per l'anno 2013, ecco che il versamento è d'obbligo.

Facciamo un esmpio pratico del calcolo:

Immobile (abitazione principale) cat. A/2 con garage (pertinenza) sito nel Comune di Mira (VE) il quale nel corso del 2013 ha aumento l'aliquota base dal 4 per mille al 4.4 per mille.

- IMU 2013: Rendita catastale non rivalutata (abitazione+pertinenza) = 1500€

1500€ * 1,05 (rivalutazione 5%) = 1575 € * 160 (moltiplicatore) = 252.000 € * 0,0044 = 1.108,80 € - 200 € (detrazione prima casa) = 908,80€

- IMU con aliquota originaria (4 per mille)

1500€ * 1,05 = 1575 € * 160 = 252.000 * 0,004 = 1.008,00€ - 200 = 808,00 €

- Differenza tra i due rissultati :

908,80€ - 808,00 = 100,80 €

- MINI IMU (40% della differenza)

100,80 * 0,40 = 40,32 €

 Ecco che il contribuente mirese andrà a versare 40,32 € con F24 il giorno 24/01/2014 con codice tributo 3912





Nessun commento:

Posta un commento